Home » Come mantenere le ruote industriali in perfette condizioni
Image icon

01

Dic

Come mantenere le ruote industriali in perfette condizioni

Sommario

 

Introduzione

È importantissimo mantenere in perfette condizioni le ruote dei carrelli e degli altri mezzi industriali nel miglior modo possibile al fine di preservare la salute delle persone oltre che dei beni dell’azienda.

A tal proposito è utile ricordare che l’Italia ha recepito la direttiva CEE numero 83/374 riguardante la responsabilità del produttore, con D.P.R. nr. 224 del 24/05/1988.

A seguito di questa Direttiva, l’utilizzatore è tenuto a osservare e ad applicare tutte le raccomandazioni che il costruttore fornisce per l’utilizzo, il montaggio e la manutenzione preventiva e periodica dei propri prodotti.

Di seguito riporteremo quindi un elenco contenente singoli aspetti da monitorare per mantenere le ruote industriali in perfette condizioni per lungo tempo.

Installazione di ruote e supporti

Cominciamo questa analisi dall’installazione degli elementi di interesse. Al fine di garantire il buon funzionamento e la durata del prodotto, è importante osservare le istruzioni di montaggio messe a disposizione dal fornitore.

Montaggio delle ruote 

Per quanto riguarda le ruote occorre:

  • - Controllare la resistenza meccanica degli organi di fissaggio (assali, dadi, rondelle) utilizzati in funzione del tipo di montaggio (a sbalzo o con forcella) e del carico cui sono sottoposti;
  • - Alloggiare l’assale orizzontalmente, ortogonale alla direzione di marcia, accertandosi che resti fisso;
  • - Verificare il serraggio del dado sull’assale;
  • - Controllare la libera rotazione della ruota a installazione ultimata.

 

Montaggio del supporto

Un aspetto che molte volte viene colpevolmente trascurato: la struttura del carrello deve essere dimensionata per sopportare le sollecitazioni cui viene sottoposta. Ciò è necessario al fine di garantire la complanarità delle superfici di fissaggio.

Le superfici devono essere piane, orizzontali e di dimensioni tali da garantire la perfetta complanarità nell’ancoraggio alle corrispondenti superfici di fissaggio dei supporti. Ci sentiamo di sottolineare, inoltre, che è assolutamente sconsigliato il fissaggio tramite saldatura.

Sono invece caldamente consigliabili le seguenti azioni:

  • - Eseguire il montaggio dei supporti a piastra utilizzando viti, dadi e rondelle di misura e in numero secondo le indicazioni del costruttore;
  • - Serrare i dadi o le viti secondo la coppia prevista;
  • - Garantire per i supporti fissi l’ortogonalità dell’assale alla direzione di marcia;
  • - Assicurarsi che i supporti a codolo liscio siano ancorati a strutture tubolari con tolleranze precise;
  • - Fissare i codoli con foro trasversale con viti aventi diametro e lunghezze adeguate;
  • - Garantire che la struttura tubolare del carrello appoggi completamente sulla superficie di fissaggio del supporto;
  • - Assicurare, per i supporti a codolo filettato o a foro passante, che la superficie di fissaggio del supporto aderisca completamente a quella del carrello senza interposizioni. I supporti a foro passante devono essere fissati utilizzando viti del diametro scelto dal costruttore.

 

Verifiche di ruote e supporti nel corso del loro utilizzo

Passiamo all’utilizzo di ruote e supporti impiegati su carrelli e altri mezzi per il trasporto di persone e materiali.

Carico massimo e portata della ruota

La portata dichiarata dal costruttore rappresenta il valore massimo, espresso in daN, del carico cui una ruota o un supporto possono essere sottoposti senza pregiudicarne il funzionamento.

L’utilizzo può modificarsi nel corso del ciclo di vita del prodotto. L’utente è tenuto a verificare l’idoneità della portata dichiarata dal produttore rispetto all’uso cui il prodotto è destinato in funzione del carico, della disposizione di ruote e supporti sul carrello da movimentare, del numero di esse effettivamente a contatto con il suolo e di eventuali altre condizioni (per esempio la tipologia di superficie su cui si muove il carrello, temperatura, umidità, presenza di agenti chimici nell’ambiente di utilizzo). Si tratta di elementi in grado di influenzare le condizioni di impiego degli organi meccanici in movimento.

Forza di trazione

È importante che l’utilizzatore verifichi periodicamente che lo sforzo necessario alla movimentazione del carrello, per un determinato carico, sia compatibile con le disposizioni legislative vigenti in materia di sicurezza del lavoro e le altre norme in materia di ergonomia.

Velocità

La velocità massima cui sono riferite le portate nominali indicate da Tellure Rôta è di 4 km/h. Per impieghi a velocità superiori, è bene verificare le caratteristiche delle ruote sul catalogo o sul sito, ed in caso di dubbi contattare l’azienda.

Pavimentazione 

Attenzione: la portata nominale dichiarata è riferita a un impiego su pavimentazioni lisce, compatte e in buono stato di manutenzione.

Pavimentazioni irregolari, ostacoli e dislivelli richiedono ruote di maggior diametro e con rivestimento più elastico.

Mezzi di trazione e intensità di movimentazione

La portata dichiarata a catalogo è riferita a movimentazione manuale con interruzioni di funzionamento. Per funzionamento continuo o movimentazione motorizzata, è fondamentale contattare l’azienda fornitrice.

Ambiente

L’utente deve verificare la compatibilità dei materiali relativi al prodotto, con particolare attenzione alle condizioni chimico-fisiche dell’ambiente di impiego.

Il catalogo generale ed il sito di Tellure Rôta riportano le condizioni normali di impiego per ogni tipologia di ruota.

Conducibilità elettrica

Nel caso che sia necessario assicurare la conducibilità elettrica dall’organo di fissaggio al battistrada, occorre utilizzare prodotti specifici da richiedere al fornitore.

Dispositivi di frenatura e bloccaggio

Esistono supporti dotati di dispositivi di frenatura e/o bloccaggio, idonei allo stazionamento del carrello su pendenze non superiori al 3%, a condizione che almeno due ruote del carrello siano a contatto con il suolo. Nel caso di utilizzo per pendenze superiori, per garantire lo stazionamento del carrello in tali condizioni occorre ridurre il carico del carrello o aumentare il numero di dispositivi frenanti.

Stoccaggio

Altro aspetto importante: i prodotti devono essere conservati in locali ben aerati, senza umidità eccessiva, aventi un’escursione termica compresa tra -10 e + 40 C e protetti dalla polvere. Occorre inoltre evitare l’esposizione diretta ai raggi solari per lunghi periodi ed evitare anche lo stoccaggio prolungato.

Per favorire una migliore conservazione del prodotto e proteggerlo dalle polveri, un fornitore come Tellure Rôta fornisce articoli confezionati in materiale termoretraibile.

Conclusioni

Per tutte le specifiche non rientranti nelle descrizioni sopra riportate, oltre che per ricevere informazioni più dettagliate, si può richiedere la documentazione tecnica specifica di Tellure Rôta oppure la “Guida all’Impiego” elaborata dall’UCIR.

Desideri conoscere le tipologie di ruote industriali più adatte alle tue esigenze specifiche, attraverso una consulenza dedicata? Contatta senza impegno i nostri tecnici per avere una risposta mirata al tuo progetto.